Storie fruttuose

il bruco

di  Marina Allegri
regia  Maurizio Bercini
con  Alberto Branca e Francesca Grisenti
tecnico  Donatello Galloni
scenografia  Maurizio Bercini, Donatello Galloni, Silvia Spagnoli
luci  Maurizio Bercini
musiche  Paolo Codognola
costumi  Giuseppina Fabbi

Lo spettacolo, liberamente ispirato al Piccolo Bruco Mai Sazio di Eric Carle e a Zuppa di Sasso di Anaïs Vaugelade , ha una struttura semplice e visionaria. Pochi elementi in scena; un albero, due casine, un baule, una pentola, un tappeto coloratissimo, permettono ai due attori di concentrarsi sulla narrazione.

Il libro, oggetto di scena privilegiato, viene di volta in volta letto, usato come nascondiglio, consultato contro le paure e le incertezze, accarezzato, sporcato. Il lavoro, pensato per i piccolissimi ed i loro educatori, ha come tema centrale il cibo, o meglio l’importanza del nutrimento del corpo e dell’anima.

Così, una zuppa preparata partendo dal sasso di un vecchio lupo, può insegnare che, superando le paure e i pregiudizi mangiare insieme ha un valore importante ed educativo;  un piccolo bruco affamato e irriverente richiama all’indulgenza verso chi ha bisogno di cibo e pazienza per trasformarsi in farfalla. Soprattutto lo spettacolo porta l’attenzione sul libro e sulle storie, fonte inesauribile di saggezza per sconfiggere le paure ed appassionarsi alla vita, nostra e altrui.

Guarda il promo