L’inevitabile sfida di Don Chisciotte e Sancio Panza

 

L'inevitabile sfida- ape di fronte

Testo di Marina Allegri
Regia di Maurizio Bercini
Con Alberto Branca e Massimiliano Grazioli
Scene di Maurizio Bercini e Donatello Galloni
Dipinte da Patrizio Dall’Argine
Costumi di Patrizia Caggiati
Musiche di Paolo Codognola

Uno spettacolo per ri-considerare, o iniziare a considerare il proprio stile di vita, il proprio pensiero sul mondo, il proprio sguardo sulle modalità dell’esistere, usando il teatro come linguaggio immediato ed emozionale ed un classico della letteratura come il “Don Chisciotte” di Cervantes.

Se è vero che siamo ciò di cui ci nutriamo, siano essi cibi o sogni, è importante saper distinguere, saper vedere per poter poi saper scegliere. Affrontare le questioni della vita con dignità, in primis quelle che riguardano il nostro e l’altrui benessere, è affare assai importante a cui dedicare spazio e pensiero, a costo di essere considerati, come Don Chisciotte, dei “pazzi visionari”.

Con questo spirito il “cavaliere dalla triste figura” arriva col suo fido Sancho Panza a bordo di un ape-car teatro a cercare un pubblico che ascolti le sue gesta, in una relazione coinvolgente che aiuti a riflettere insieme su altre possibilità di nutrirsi, di considerare la natura, la sua tutela e la sua salvaguardia. Perché se è vero che ogni mondo ne contiene altri mille possibili, questa è una promessa nascosta, e forse il mondo di cui abbiamo bisogno, non è meno reale del mondo che conosciamo e subiamo.