La diritta via

la Divina Commedia in sidecar

diritta via su sidecar

testo di Marina Allegri
regia di Maurizio Bercini
con Francesca Grisenti, Alberto Branca e Massimiliano Grazioli
scene di Maurizio Bercini, Donatello Galloni e Ilaria Commisso
costumi di Giuseppina Fabbi
musiche a cura di Paolo Codognola
Abbiamo voluto finire la nostra trilogia di teatro sulle ruote con un sidecar ed un testo italiano importante: La Divina Commedia di Dante Alighieri.

Pensiamo sia una necessità fare teatro sulla strada, sicuramente per chi un teatro non ce l’ha, ma potrebbe esserlo anche per chi un teatro ce l’ha. Fare teatro senza tutela permette al tuo mestiere di crescere in prove importanti e di ridare dignità al termine “Teatro Popolare”. E come si faceva, è importante che il teatro insceni grandi opere. Per questo la scelta, dopo Don Chisciotte e San Francesco, della Divina Commedia. La “nostra” Divina Commedia.

“Se questo libro ci ha educati è perché qui dentro c’è sempre stato un posto per tutti e per tutto, e così vorremmo continuasse ad essere…” C’è un posto allora per un Virgilio ed una Beatrice in stile rockabilly, per un Dante un po’ perso, col cuore d’atleta che lo fa svenire, per un Dio burattino che bastona Brighella.

C’è un posto in platea per chiunque sia curioso di scoprire un libro così importante,
un posto che non prevede che lo si conosca, che lo si abbia studiato, ma soltanto che si voglia ascoltare una storia di tanti anni fa, che torna attuale con tre poveri guitti, che, senza vergogna ma con tanta passione, osano sfidare un testo considerato da molti “intoccabile” regalando con grande generosità la “nostra” Divina Commedia.