Il vitello

_MG_7410

testo di Marina Allegri
regia di Maurizio Bercini
con Beatrice Azzali e Alberto Branca
scene di Maurizio Bercini e Donatello Galloni, dipinte da Patrizio Dall’Argine e Ilaria Commisso
musiche a cura di Paolo Codognola
in collaborazione con Provincia di Parma – Assessorato agricoltura ed alimentazione

Lo spettacolo più poetico della trilogia, Il vitello parla di crescita, di amore filiale e (in)capacità di ascolto. Beatrice, una giovanissima attrice cresciuta nei laboratori teatrali di Cà Luogo d’Arte, dà voce agli adolescenti “cresciuti in batteria” come dei vitelli, di cui gli adulti non son capaci di ascoltare le ribellioni né la valorizzazione della loro unicità.